30 anni di Punto e Pasta

Punto e Pasta > 30 anni di Punto e Pasta

Quest’anno festeggiamo l’anniversario dei 30 anni dall’apertura del nostro laboratorio di pasta fresca a Vittoria!

In occasione di questa ricorrenza vogliamo fare un regalo ai nostri più affezionati clienti:

Una specialità con prodotti agro-alimentari della provincia Ragusana e in particolare di Vittoria.

Ravioli ricotta, melanzane, ciliegino e Ragusano D.O.P.

La sfoglia:
per la sfoglia abbiamo scelto la farina di grano duro 100% siciliano di filiera certificata e garantita. Il grano proviene dai raccolti dei campi di Enna e della Valle del Dittaino.

Il ripieno:
Ricotta di latte vaccino 100% da allevamenti ragusani; ricotta di latte di pecora da allevamenti locali; melanzana di Vittoria stufata in padella con pomodoro ciliegino di Vittoria, basilico fresco coltivato a Vittoria, aglio e olio extra vergine di oliva tonda iblea.

E infine, per insaporire il tutto, il re dei formaggi nostrani, il Ragusano D.O.P. semistagionato.

Da trent’anni vi abbiamo raccontato di come il gusto sia la cosa più importante per preparare un ottimo primo piatto, quello che non vi abbiamo ancora svelato é perché la nostra pasta fresca é più gustosa di tutte le altre.

I motivi sono semplici, vi potremmo dire che la nostra pasta è nata nel 19.. , potremmo vantarci del fatto che in provincia di Ragusa, il nostro negozio é sinonimo di qualità da trent’anni, potremmo elencare magari annoiandovi le certificazioni e tecnologie utilizzate nel nostro laboratorio per trasformare le migliori semole nella migliore pasta possibile.

In realtà a noi piace pensare che, da sempre, la pasta fresca che produciamo, é il frutto di anni e anni di prove e di esperienza e di ricerca costante di qualità e di gusto.

Se volessimo essere più specifici, potremmo dire che per noi qualità significa scegliere ogni ingrediente, selezionarlo con cura. Dalle uova di galline allevate a terra per l’impasto alla ricotta vaccina locale per i nostri ripieni.

La parola “gusto” per noi significa non sottoporre la nostra pasta al processo di pastorizzazione, ovvero ad un processo di risanamento termico applicato ad alcuni alimenti allo scopo di eliminare microrganismi non sporigeni patogeni. In poche parole la pastorizzazione interrompe la crescita dei batteri, inoltre le temperature a cui è sottoposto l’alimento durante la pastorizzazione distruggono gli enzimi che permettono l’assimilazione del calcio, e causa anche la perdita parziale di alcune vitamine.

Per questo motivo la nostra pasta ha un gusto unico e non, passateci il termine “plastificato”, morbido e con sapori distinti e il nostro consiglio é che deve essere consumato fresca entro 2-3 giorni.

Punto e Pasta
“da 30 anni, pasta sempre fresca”